Gli articoli americani di settembre 2019

È andata così, questo mese: che ho accumulato moltissimi articoli, ne ho letti alcuni e scartati altri, ne ho consigliati alcuni e tenuti per me di più, ne ho maldigeriti alcuni e letto con le lacrime agli occhi uno solo.

Quello da cui comincerò questa rassegna: un omaggio tra due scrittori, un passaggio di culture, una breccia fra due mondi. Buona lettura!

Foto di Florencia Viadana


  1. Avevo sentito dire che Jhumpa Lahiri è una grande scrittrice ma non avevo ancora letto nulla di suo. Questo lungo articolo mi ha portato in un mondo – quello della sua ricerca – dal quale non voglio più uscire. Un mondo, oltretutto, che conosco bene perché risuona nella mia vita da quando andavo a scuola. Il mondo della letteratura italiana. È appena stata pubblicata una raccolta di quaranta racconti italiani da lei curata: leggere la genesi, la visione, i debiti e le aspettative che questa scrittrice ha riposto in qualcosa che ci riguarda così da vicino è stato penetrante.

  2. Una cosa del genere mi è capitata anche guardando le immagini della fotografa italiana Daria Addabbo che ritrae il New Jersey delle canzoni di Bruce Springsteen: a ottobre uscirà il suo libro fotografico This Hard Land e spero di ritrovare alcune nostre – dei Book Riders – esperienze di viaggio (siamo in partenza proprio per il Rockin’ Jersey).

  3. Ricordate la raffineria che oscurava il cielo della Louisiana in True Detective season 1? Queste altre immagini ve la riporteranno alla memoria. E se non vi bastano per capire la vita intorno e vicino al Mississippi, allora forse vorrete rivolgervi a questa raccolta: l’obiettivo è puntato su quello che normalmente rimane nascosto. Modesta vita quotidiana.

  4. Una cosa del genere fa il libro di non fiction Three Women, recentemente uscito negli States: porta alla luce diverse problematiche (traumi, desideri, violenze, fantasie, esperienze, quesiti) legate alla sessualità e normalmente taciute, riguardanti tre differenti donne (e, di conseguenza, tante di noi).

  5. Se invece è la fiction a interessarci, Alice McDermott ha qualcosa da insegnarci rispetto al romanzo breve (o, in inglese, short novel): alcune norme e una lista.

  6. Chissà se qualcuno di questi romanzi brevi finirà nel book club di Reese Witherspoon, erede di quello di Oprah Winfrey e decisamente potente a livello di vendite e destino di un libro. Articoli come questo fanno capire molto della società culturale americana.

  7. Cosa sappiamo, invece, di quello che cambia a livello culturale generale? Come si sviluppa e si diffonde un cambiamento nella società? La riflessione di Rebecca Solnit è – al solito – molto interessante.

  8. Infine, uno sguardo – molto interno e molto cowboy – su una delle protagoniste assolute di uno dei possibili prossimi tour letterari dei Book Riders. Non siete curiosi? Basta leggere qui!

#brucespringsteen #letteraturaamericana #giornalismoculturale #fotografia #shortstories